La sfida del lusso

Nello studio Best Global Brands 2016, il settore del lusso è cresciuto del 10,4% in termini di valore aggregato dei brand rispetto all’anno scorso. Tuttavia, il 2016, è anche l’anno dei cambiamenti e delle sfide, e le performance dei brand, così come rileva lo studio, ne sono una dimostrazione.

Alcuni esempi, Hermès cresce del 17%, forte di un ancoraggio senza compromessi all’eccellenza. Dior, una autentica icona globale, la cui sfida principale è rappresentata dalla necessità di mettere ulteriormente a fuoco il proprio posizionamento sui diversi mercati fa il suo ingresso in posizione 89. Sul fronte italiano abbiamo due brand. Gucci cresce e consolida la propria posizione grazie al forte consenso – sia critico che commerciale – che la nuova direzione creativa di Alessandro Michele continua a raccogliere. Prada, che ha affrontato un disequilibrio tra sviluppo delle vendite e i costi associati alla presenza distributiva, vede una riduzione del proprio valore.

Ma cosa sta succedendo e come sta cambiando il mondo del lusso?
Basta una parola: meta-luxury. Oltre il lusso.

Di più nell’articolo di Rebecca Robins, Interbrand Global Director e co-autore di Meta-luxury.

The luxury reset: Rethinking the growth strategy

Iscriviti per ricevere le nostre news

Nome*
Cognome:*
E-mail:*
Azienda:*
Ruolo:*